martedì 30 maggio 2017

Repubblica Democratica del Congo. Protesta della società civile contro i rapimenti a scopo di estorsione

La società civile di Rutshuru, nel Nord Kivu, nell’est della Repubblica Democratica del Congo, ha indetto da mercoledì a venerdì prossimi tre giornate di sciopero in protesta contro l’aumento di attacchi e rapimenti a scopo d’estorsione in alcune zone del territorio, un fenomeno in piena rinascita da luglio 2016.

Non è la prima volta che territorio di Rutshuru si trova di fronte a questo tipo di attacchi molto specifici, ma da luglio il business dei sequestri è in piena espansione. I primi obiettivi sono i commercianti e chi lavora per le organizzazioni umanitarie considerate, dicono i residenti, in grado di pagare i riscatti. "Ma questi rapimenti non sono una coincidenza", dice un funzionario locale, accusando a sua volta gruppi Mayi-Mayi, militari e responsabili politici ed economici.

Tra le Ong colpite di recente Save the Children che dopo il rapimento di due suoi operatori il 9 marzo scorso, ha deciso di sospendere parte delle attività in quel territorio. La settimana scorsa è toccato all'organizzazione locale Biferd con quattro dei suoi membri rapiti, portati nella foresta e liberati dopo poche ore. I sequestratori avevano chiesto un riscatto di 20.000 dollari.
(Afrique Presse)

Condividi su Facebook


 

Nessun commento:

Posta un commento